Nero d’Avola Terre Siciliane Igp 2013 – Bosco Falconeria

Il nostro amico Filippo Ronco su Vinix lo racconta così:bosco-falconeria-3-nero-d'avola

…vino snello, dal frutto integro e fresco, su note di marasca e more selvatiche, intrigante, con una lievissima speziatura tutta da vitigno del Nero d’Avola più classico e originale che invita di continuo a ribersi. Vede solo acciaio.

via Nero d’Avola Terre Siciliane Igp 2013 – Bosco Falconeria.

ilGolosario – Cusumano e quei bianchi da invecchiamento

Sul Golosario spazio ai bianchi di Cusumano:11225258_890691870994914_4487127782320430450_n

Cubià 2012: E’ un vino che stupisce immediatamente per due motivi: la freschezza e la finezza. Il naso ha una complessità notevole con note di fiori che lasciano spazio agli accenni minerali e addirittura al pepe bianco. In bocca c’è struttura, acidità, mineralità: insomma ha tutte le carte in regola per continuare a evolversi nel tempo.4

Angimbé 2014: Vino che ha un naso molto intenso, con note di fiori, ma anche frutti tropicali, pesca ed erbe aromatiche. In bocca l’armonia lascia spazio a un vino più nervoso, con una sapidità marcata, molto piacevole.

Ma nell’articolo si parla anche dello Jalé 2012 e più in generale dell’azienda Cusumano

via ilGolosario – Cusumano e quei bianchi da invecchiamento.