ilGolosario – Cusumano e quei bianchi da invecchiamento

Sul Golosario spazio ai bianchi di Cusumano:11225258_890691870994914_4487127782320430450_n

Cubià 2012: E’ un vino che stupisce immediatamente per due motivi: la freschezza e la finezza. Il naso ha una complessità notevole con note di fiori che lasciano spazio agli accenni minerali e addirittura al pepe bianco. In bocca c’è struttura, acidità, mineralità: insomma ha tutte le carte in regola per continuare a evolversi nel tempo.4

Angimbé 2014: Vino che ha un naso molto intenso, con note di fiori, ma anche frutti tropicali, pesca ed erbe aromatiche. In bocca l’armonia lascia spazio a un vino più nervoso, con una sapidità marcata, molto piacevole.

Ma nell’articolo si parla anche dello Jalé 2012 e più in generale dell’azienda Cusumano

via ilGolosario – Cusumano e quei bianchi da invecchiamento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...