Quando Eolo beveva la malvasia

Questa settimana il Golosario ha fatto tappa a Salina, e ci fa conoscere meglio la Cantina Colosi.

Abbiamo apprezzato la Malvasia di Lipari naturale. Le uve vengono vendemmiate nella seconda decade di settembre che a queste latitudini significa avere già uve surmature. Il mosto, ottenuto da una pressatura soffice, viene fermentato e successivamente affinato un anno in vasche di acciaio per poi passare in bottiglia. Abbiamo assaggiato l’annata 2012 che nel bicchiere si traduceva in un vino dal color dell’ambra quando viene attraversata dalla luce. Al naso ha i profumi dell’albicocca, note di miele e la fascinazione della macchia mediterranea, non priva di sfumature balsamiche. Ma è in bocca dove si impone,  non troppo dolce, buona mineralità e la consistenza della seta, con un tenore alcolico relativamente basso.

Per leggere il resto dell’articolo: Quando Eolo beveva la malvasia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...