Natural woman (Mangialibri)

Potrebbe essere definito come un’autobiografia, questo libro, ma in realtà è invece un inno: un inno d’amore verso la terra, verso il proprio lavoro, verso le proprie radici. Il triangolo di terra ragusana che si stende ai piedi degli Iblei e che viene delimitato da Comiso, Vittoria e Chiaramonte Gulfi è l’oggetto di questo inno. Una terra speciale, brusca e brulla in apparenza quanto orgogliosamente generosa nella sostanza: con uno sguardo al mare, poco distante tra Scoglitti e Macconi, tra profumi di zàgara e salmastro, colori vividi di terre brune e il verde quasi fosforescente di vigneti a perdita d’occhio.

In questo libro, il vino di cui si parla, prodotto dall’azienda agricola Occhipinti, è quasi un personaggio secondario ma importantissimo, che traspare appena ma al tempo stesso impone la sua presenza attraverso le descrizioni di terre, profumi, colori, voci e silenzi di persone.

Sorgente: Natural woman | Mangialibri

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...