I VinidiSicilia a cui non rinunciare: i 12 Nero d’Avola di CronachediGusto

Continuiamo il viaggio di Cronache di Gusto per scoprire i vini siciliani che piacciono di più.

Ecco i 12 Nero d’Avola suggeriti, fra grandi classici e outsider da scoprire.

  • Nerobufaleffj 2010 – Gulfi La quinta essenza del Nero d’Avola. La migliore espressione di contrada Bufaleffi di Pachino, un vero e proprio grand cru  per questo cultivar.
  • Doc Eloro Fontanelle 2011 – Curto Tipicità e classicismo. Profumi e sapori del sud est della Sicilia racchiusi in una bottiglia che è capace di farci viaggiare per mezzo delle sensazioni che evoca.
  • Yrminum 2012 – Armosa Ottenuto da uve vendemmiate tardivamente. Ricco, prorompente al palato, colpisce per la grande armonia. Se ne producono meno di mille bottiglie, ma vale la pena cercarlo.
  • Siccagno 2014 – Arianna Occhipinti  Schietto, solare, lontano dalle mode, rappresenta in pieno il terroir di provenienza e il carattere della giovane vignaiola che lo produce.
  • Vrucara 2012 – Feudo Montoni Da vigneti dell’entroterra agrigentino situati a 500 metri di altitudine nel territorio di Cammarata. Fine, balsamico, incisivo, persistente. Grande interpretazione di Nero d’Avola.
  • Doc Sicilia Sàgana 2014 – Cusumano  E’ ormai un classico questo vino fatto da une delle aziende siciliane più conosciute con uve della tenuta San Giacomo di Butera in provincia di Caltanissetta. Ricchezza e finezza capaci di creare grande equilibrio.
  • Doc Sicilia 16 Filari 2015 – Case Alte Viene prodotto nell’area collinare di Camporeale in provincia di Palermo. Non eccessivamente materico e ben articolato, è molto versatile a tavola, risultando un ottimo abbinamento per numerose pietanze.
  • 306 2015 – Salvatore Tamburello Ci troviamo a Poggioreale, nell’entroterra del territorio trapanese. 306 è il nome della particella catastale sulla quale si trova il vigneto. Elegante, variopinto, originale. Un Nero d’Avola di grande personalità.
  • All’aria 2012 – Casale del Frate E’ prodotto da una piccola azienda di Partanna in provincia di Trapani. Mediterraneo, marino, affascinante, è capace di riflettere al meglio profumi e sapori dell’Isola.
  • Doc Eloro Pachino Riserva Archimede 2012 – Marabino Complesso, strutturato, vellutato. Da un vigneto ad alberello di oltre 40 anni di età, coltivato secondo i principi dell’agricoltura biodinamica, un ottimo vino che sarà interessante seguire nel tempo.
  • Doc Sicilia Cartagho 2014 – Mandrarossa Da vigne di contrada Torrenova a Menfi nella parte nord occidentale della provincia di Agrigento. Potente, strutturato, caldo, accompagnerà molto bene piatti elaborati con sapori intensi.
  • Cembali 2011 – Baglio di Pianetto Prodotto dall’azienda del conte Paolo Marzotto con uve provenienti dalla tenuta di località Baroni a Noto. Robusto, variegato, balsamico, è un vino di grande intensità che evolverà ancora nel tempo.

One thought on “I VinidiSicilia a cui non rinunciare: i 12 Nero d’Avola di CronachediGusto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...