Le riserve di Cantina Marilina si rifanno il look

Cantina Marilina cambia l’etichetta al Nero d’Avola Doc Eloro Pachino Riserva, al bianco Grecanico IGP Terre Siciliane, all’Aceto di Nero d’Avola e all’Olio Evo.

Riserve Cantina Marilina.jpg

La famiglia Paternò, che ha realizzato questa linea di vini non filtrati e non refrigerati, affinati in botte, imbottigliati e confezionati a mano in edizione limitata e numerata, solo mille bottiglie per tipologia, così come l’aceto e l’olio, con l’intento di trasmettere al consumatore l’amore che ha per la propria terra e i propri prodotti, ha deciso di assegnare ai quattro prodotti il nome di ciascun elemento della famiglia. Continue reading “Le riserve di Cantina Marilina si rifanno il look”

Le Sciare di Silvia

Dalla terrazza gli occhi affogano fra le striature autunnali degli alberelli Etnei, coricati sui substrati, ricchi di pomice e cipria, di due sciare vulcaniche, a contrada Rovitello. Sotto la superficie, i ricordi antichi di eruzioni si attorcigliano fra polveri di manganese e ferro pronti a sprigionarne i profumi fra le profonde radici di viti prefilosseriche.

20171012_122106.jpg

Ci troviamo a Castiglione di Sicilia, in visita a Tenuta di Fessina, altro appuntamento speciale del nostro ottobre Etneo, accolti, con grande simpatia e professionalità, da Jacopo (Maniaci) e Giuseppe. Jacopo ci racconta di come la toscana Silvia Maestrelli, nel 2007, in collaborazione con Federico Curtaz, si innamori di questo lembo di Montagna e acquisti questo vecchio vigneto di Nerello Mascalese. Un vero e proprio “coup de foudre”, che la spinge ad acquistare 7 ettari di vigna e a produrre solo 5 giorni dopo la prima annata di Musmeci Rosso (nome dedicato proprio al precedente proprietario, tale Ignazio Musmeci).  Continue reading “Le Sciare di Silvia”

Vino della settimana: Cubburo 2016 di Bonsignore Baglio e Vigne (Cronache di Gusto)

E’ un’azienda giovane, anzi giovanissima. E’ ai suoi primi vagiti, ma si sta facendo sentire. La prova è questo vino, il Cubburo, di cui vi diremo fra poco. Intanto vi raccontiamo di questa nuova realtà che si trova a Naro, in provincia di Agrigento.

A gestirla, Debora Greco e Luigi Bonsignore, coppia anche nella vita. Luigi, manager da oltre 25 anni, oggi è amministratore delegato di una primaria società di consulenza aziendale e con un passato manageriale in giro per l’Italia e l’Europa. Debora, invece, fino a due anni fa era impegnata nella cantina della propria famiglia dove ha lavorato per oltre 15 anni. Ma il suo desiderio era quello dimettersi alla prova con una “cosa” tutta sua. Nasce così la Bonsignore, un’azienda in cui si fondono i valori familiari e quelli imprenditoriali che hanno portato i due attuali titolari, genitori di tre splendidi bambini, Simone, Pietro e Carlo a realizzare un progetto imprenditoriale fortemente voluto e cercato. Era il febbraio 2016 quando hanno il colpo di fulmine verso questa tenuta. Il loro sogno era quello di approdare nel mondo dell’enoturismo. Qui, a Naro, trovano tutto quello che avevano sempre desiderato. In un solo anno di lavoro, avviene l’intera conversione al biologico e tutti i vigneti vengono ripristinati sotto l’attenta visione dell’enologo Tonino Guzzo. Continue reading “Vino della settimana: Cubburo 2016 di Bonsignore Baglio e Vigne (Cronache di Gusto)”

Rampante Etna Rosato, il vino frivolo di Cantine Russo

Il rosato è stato eletto vino dell’estate 2017. Tanto bistrattato in passato perché considerato un vino “femminile”, da consumare solo per l’aperitivo, ecc… al contrario è un vino adattabile e dalle grandi potenzialità, consumato in tutto il mondo, di cui “l’Italia è il secondo esportatore in volume con il 16%”.

Rampante Rosato Cantine Russo

Da Cantine Russo non poteva mancare un vino con un carattere del genere e così l’enologo, Francesco Russo, un paio di anni fa ha deciso di metterlo in produzione.

Le uve di Nerello Mascalese e Nerello Cappuccio, utilizzate, provengono dalla Contrada Piano dei Daini, che si trova più in alto di Contrada Crasà, a circa 700 m. Continue reading “Rampante Etna Rosato, il vino frivolo di Cantine Russo”

Taormina Gourmet chiude con 2.000 presenze

Un evento siciliano che guarda oltre la Sicilia. La quinta edizione di Taormina Gourmet, la manifestazione organizzata dal giornale on line di enogastronomia Cronache di Gusto, chiude con un bilancio di duemila presenza e dà appuntamento al prossimo anno: 27-28-29 ottobre 2018 per l’edizione numero sei.

20171023_161638.jpg

Fra i saloni dell’Hotel Hilton di Giardini Naxos hanno trovato spazio 180 cantine, 40 birrifici e altrettante aziende dell’agroalimentare: dai formaggi alle conserve, dai salumi al salmone affumicato. Una superficie espositiva di circa 1.500 metri quadrati dove in tre giorni (da sabato mattina a ieri sera) sono state accolte duemila persone, fra curiosi ed appassionati; ristoratori; rappresentanti del mondo del vino e della gastronomia. Continue reading “Taormina Gourmet chiude con 2.000 presenze”

Presentata la Guida Vitae 2018: le Quattro Viti di Sicilia

Mani, vite e vino: un rapporto intimo e inscindibile quello tra l’uomo e la terra, raccontato nelle immagini che contraddistinguono la quarta edizione della guida realizzata dall’Associazione Italiana Sommelier, svelata oggi al pubblico al The Mall.

CARTELLA_STAMPA_2018_01.jpg Continue reading “Presentata la Guida Vitae 2018: le Quattro Viti di Sicilia”

Sicilian Wine Awards, premiati 31 vini siciliani

 

Sono 31 i vini premiati nella seconda edizione del “Sicilian Wine Awards“, l’iniziativa voluta da Cronachedigusto.it e aperta a tutte le aziende siciliane.

Immagine

A decretare i vincitori la commissione presieduta da Daniele Cernilli, alias Doctor Wine, uno tra i più noti degustatori al livello europeo, e composta da esperti e giornalisti. Tra questi: Mauro Bertolli – Italia del Vino; Stephen Brook – Decanter Uk; Federico Latteri – Cronache di Gusto; Bienczyk Marek – Ferment Poland; Sarah Marsh MW – The English Nose. Continue reading “Sicilian Wine Awards, premiati 31 vini siciliani”

A novembre la IV edizione di Expo Food and Wine a Radicepura

Tutto pronto per la IV edizione di Expo Food and Wine, che si svolgerà nella splendida cornice di Radicepura, a Giarre, dal 17 al 19 novembre, riconfermandosi come la più importante vetrina dell’enogastronomia siciliana e non solo. Nuova edizione con una veste totalmente rinnovata sia per quanto riguarda il layout che il format nella sua essenza. Lo slogan che animerà la manifestazione è ‘Tra bere e mangiare c’è di mezzo la nostra terra’ perché in questi tre giorni ci saranno chef e sommelier che accompagneranno i visitatori in un viaggio sensoriale del gusto con l’esaltazione dei sapori della nostra Terra. Dalla buona cucina al buon vino.

Expo Food & Wine_logo.jpg

Continue reading “A novembre la IV edizione di Expo Food and Wine a Radicepura”

I vini umani di Salvo Foti, il vero Uomo Etneo

Incontrare Salvo Foti, il profeta dell’alberello Etneo e l’inventore dei “vini umani”, è un’esperienza assoluta, da provare di persona se si vuole comprendere passato, presente e futuro dei vini dell’Etna.

20171010_100453.jpg

Ma conoscere la filosofia di Foti sul mondo del vino, e non solo, significa molto di più: significa affondare le radici profondamente nelle tradizioni, come l’alberello Etneo spinge il suo apparato radicale negli strati più profondi, più minerali del terreno. E come l’alberello cerca la sua verticalità tendendo le sue foglie e i germogli della vite verso il cielo, così le idee di Salvo Foti si spingono verso un futuro più umano, ma ricco di proposte e iniziative. Continue reading “I vini umani di Salvo Foti, il vero Uomo Etneo”

Il Nerello Mascalese e la “Montagna di fuoco”

LA FILLOSSERA

Autoctono detto di un vino definisce l’appartenenza reciproca tra vitigno e luogo. Ed anche la relazione viscerale tra vitigno e uomo del luogo. Si dice Terroir, si legge legame ancestrale tra vitigno, paesaggio, cultura e identità.

Da straniero e ignorante quando si arriva in prossimità dell’Etna con gli scarponi da trekking, svariati litri di acqua e uno zaino attrezzato, si è portati a pensare di poter conoscere questo luogo con alcuni giorni di cammino. Ma basta avvicinarsi appena per percepire subito la vastità fisica e mitologica di questo luogo. Non un cratere ma tanti crateri, colate laviche di differenti periodi, strati su strati. Il grigio, il nero, il verde, il rosso e l’azzurro sono i colori che vanno dal cielo alla terra ed anche sotto di essa. L’Etna la si cammina in superficie e nelle viscere, mentre ogni pietra respira, trema e sbuffa. L’Etna è una creatura che…

View original post 439 altre parole