Presentata la Guida Vitae 2018: le Quattro Viti di Sicilia

Mani, vite e vino: un rapporto intimo e inscindibile quello tra l’uomo e la terra, raccontato nelle immagini che contraddistinguono la quarta edizione della guida realizzata dall’Associazione Italiana Sommelier, svelata oggi al pubblico al The Mall.

CARTELLA_STAMPA_2018_01.jpg

Si è rinnovato l’appuntamento con i migliori vini italiani raccolti nel volume che l’Associazione Italiana Sommelier dedica ogni anno ai suoi Soci. Quindicimila etichette in rappresentanza di oltre duemila cantine sono raccontate nelle pagine di Vitae 2018. Un grande lavoro a monte, svolto da un vero esercito di degustatori che hanno preso in analisi oltre trentacinquemila campioni provenienti da tutta la Penisola. Una selezione difficile, svolta rigorosamente alla cieca, che ha evidenziato l’ulteriore crescita qualitativa del vino in Italia.
CARTELLA_STAMPA_2018_01Ventidue vini si sono aggiudicati il Tastevin, premio che l’AIS dedica alle etichette che, di anno in anno, meglio sanno rappresentare il proprio territorio di appartenenza, scelte tra quelle insignite delle Quattro Viti. Una classifica che diventa sempre più affollata, con punteggi medi che salgono, stimolando l’impegno dei degustatori.
I nuovi simboli introdotti lo scorso anno, la Freccia di Cupido e il Salvadanaio, hanno riscosso consensi per l’immediatezza del messaggio: emozione al primo sorso e percezione di un valore che travalica i parametri di prezzo e tipologia. Centodue i vini che hanno colpito emotivamente all’assaggio e centosettantaquattro quelli segnalati per il loro plus valore.
Le pagine mettono in evidenza un’attenzione crescente verso le produzioni “green”, in cui sostenibilità ed etica produttiva danno origine a vini di grande originalità ed espressione qualitativa.
CARTELLA_STAMPA_2018_02Le immagini che arricchiscono la nuova edizione di Vitae celebrano il gesto manuale, il saper fare, con le mani protagoniste. Lavoro, forza, conoscenza, ma anche amore, convivialità e amicizia sono i sentimenti che emergono dagli scatti fotografici che impreziosiscono la guida.

 

Questi i vini siciliani premiati con le 4 Viti:

CONTEA DI SCLAFANI CABERNET SAUVIGNON VIGNA SAN FRANCESCO 2014 – Tasca D’Almerita
CONTEA DI SCLAFANI ROSSO DEL CONTE 2013 – Tasca D’Almerita
DUCA ENRICO 2014 – Duca di Salaparuta
ETNA BIANCO SUPERIORE PIETRA MARINA 2013 – Benanti
ETNA ROSSO ARCURÌA 2014 – Calcagno
ETNA ROSSO FEUDO DI MEZZO 2015 – Girolamo Russo
ETNA ROSSO NERO DI SEI 2013 – Palmento Costanzo
ETNA ROSSO VIGNA BARBAGALLI 2014 – Pietradolce
FARO RASOCOLMO 2012 – Cantina Giostra Reitano
MALVASIA DELLE LIPARI PASSITO SELEZIONE CARLO HAUNER 2014 – Hauner
MARSALA SUPERIORE ORO RISERVA 2012 – Francesco Intorcia Heritage
MENFI GRILLO COSTE AL VENTO 2016 – Cantine Barbera
MILLE E UNA NOTTE 2012 – Donnafugata
PASSITO DI PANTELLERIA BEN RYÉ 2015 – Donnafugata
PASSITO DI PANTELLERIA BUKKURAM PADRE DELLA VIGNA 2012 – Marco De Bartoli
PASSITO DI PANTELLERIA NES 2015 – Carlo Pellegrino
SICILIA CABERNET SAUVIGNON CABERNET FRANC BURDESE 2013 – Planeta
SICILIA CHARDONNAY 2016 – Feudo Disisa
SICILIA NERO D’AVOLA DON ANTONIO 2015 – Morgante
SICILIA NERO D’AVOLA LU PATRI 2015 – Baglio del Cristo di Campobello
SICILIA ROSSO NEROJBLEO 2013 – Gulfi
VIGNE VECCHIE 2007 – Calabretta

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...