Laluci, il grillo e i suoi due antenati in verticale 2010-2017 (Intravino)

E’ tempo di rivedere le vostre idee sul grillo, il vitigno bianco forse più di moda in Italia e quello cui in Sicilia si stanno dedicando più ettari, quasi tutti quelli che un tempo erano chardonnay e altre uve internazionali. Un’uva che fino a che non se ne conoscono nel dettaglio le origini, risulta piuttosto bizzoso e difficile da inquadrare non fosse altro per il fatto che è uno dei capisaldi del Marsala. Tra l’altro i vini a base grillo di Nino Barraco, sono tra i vini manifesto del nuovo vino naturale siciliano ma anche la materia prima di vini ricchi dolci e dai toni aromatici accesi e ruffiani.

Uva, insomma, dall’incredibile e originale potenziale aromatico e sapido che accontenta sia i pasionari dell’acidità e del sale senza far storcere naso e bocca ai fanatici del frutto e dell’opulenza. I riflettori sul grillo si sono accesi ormai da qualche anno e hanno anche ricevuto attenzioni da parte di esperti MW che si sono accorti delle sue potenzialità commerciali così come molte aziende siciliane.

Risultati immagini per grillo vigneti Continue reading “Laluci, il grillo e i suoi due antenati in verticale 2010-2017 (Intravino)”

Aitna Bianco 2016 Cantina Edomè

Vino&Stile

Siamo sull’Etna, all’interno di un antichissimo cratere spento, in una luminosa contrada chiamata “Feudo di Mezzo” nel versante nord del Vulcano. Proprio qui si trova la vigna della cantina Edomé, dove le viti autoctone di Nerello Mascalese e Nerello Cappuccio vengono allevate ad alberello, sostenute con il tradizionale palo in castagno.

La parte antica del vigneto è costituita da ceppi che hanno un’età media di 80 anni. Si è voluto abbracciare la filosofia portata avanti in questo territorio dall’antica tradizione contadina, l’alberello, la coltivazione manuale, il rispetto del territorio dell’Etna, i muretti a secco e le rasole in pietra lavica.

Il territorio sabbioso-vulcanico, le escursioni termiche tipiche dei 700 m sul livello del mare, un territorio montano, la vendemmia che viene effettuata per raccolta manuale, sono queste le caratteristiche peculiari della produzione della cantina Edomé.

Nasce cosi’ un vino ricco di essenze e di aromi, note minerali, all’odore…

View original post 149 altre parole