Con lo spumante “Re Befè” Al Cantàra debutta nel mondo delle bollicine

Tra Nerello e Carricante

Metodo classico e quattro anni di maturazione per questo Extra Brut Etna Bianco DOC da uve di nerello mascalese raccolte alle prime luci dell’alba.

L’enologo Rizzuto: “Sperimentiamo le potenzialità di questo vitigno generoso e versatile”.

Il sommelier Giustiniani: “Elegante e dalla piacevole ferrosità: è figlio del vulcano

RANDAZZO (Ct), 10 dicembre 2020– Fine anno, tempo di bollicine. Anche per Al-Cantàra, l’azienda vinicola creata nel 2005, sul versante nord dell’Etna, dal produttorePucci Giuffridache sigla questo 2020 con il suo primo spumante: frutto di cinque anni di ricerca e sperimentazione sulle uve di nerello mascalese in purezza. Si chiama “Re Befè” – come la popolare filastrocca siciliana “C’era ‘na vota un re, Befè, viscotta e minè (…) – ed è un extra brut Etna Bianco Doc, ottenuto con metodo classico dalla vendemmia 2016.

Un viaggio per diventare bollicine, quello di Re Befè, che comincia da…

View original post 1.149 altre parole

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...