Baglio di Pianetto

Nunc est bibendum

(592 parole)

Baglio di Pianetto

Baglio di Pianetto nasce nel 1997 per volontà del conte Paolo Marzotto, già celebre nell’industria tessile, e si sviluppa su due tenute. Una dalle splendide ondulazioni collinari, a Santa Cristina Gela, mezz’ora di automobile da Palermo, a oltre 650 m di altitudine, su un terreno argilloso rossastro, con grande presenza di scheletro e di minerali; vi si coltivano Insolia, Viognier, Grillo, Petit Verdot e Merlot. L’altra, a Noto, contrada Baroni, su un terreno fortemente calcareo a poco più di 50 m sul livello del mare, dove troviamo Syrah, Nero d’Avola, Moscato e Frappato. Una scelta precisa di vitigni e due zone che trovano coerenza e valore nella filosofia produttiva del suo creatore, nel lavoro dei suoi collaboratori (l’agronomo Fernando Schepis e l’enologo Marco Bernabei tra gli altri) e in un impianto modernissimo, convertito al biologico nel 2016. Circa 105 ettari vitati (più un’altra sessantina…

View original post 473 altre parole

Etna’s Eruption (Wine Spectator)

Driving along the northern flanks of Sicily’s Mount Etna some weeks ago, I noticed how much the wine scene there has changed in the past decade.

I’d come for the 11th edition of Contrade dell’Etna, a wine event that’s part barrel tasting of the recent harvest and part Sicilian party.

Etna was nowhere 10 or 11 years ago,” said Andrea Franchetti, founder of Passopisciaro winery and creator of the event, which opened early morning on the grounds of an ornate 19th-century villa. “Now producers come from Northern Italy to see what’s going on, and some start making wine. Continue reading “Etna’s Eruption (Wine Spectator)”

Fischetti, Muscamento Etna rosato 2016

Nunc est bibendum

(272 parole)

Fischetti - Muscamento 2016 Etna RosatoL’ho bevuto la prima volta anni fa, là da loro, a Castiglione di Sicilia, in uno dei territori più vocati al vino. E, sebbene mi fossero piaciute molto anche le altre loro bottiglie, il nome di Fischetti mi si è impresso nella memoria per questo Muscamento Etna rosato, intenso e maturo, prodotto per salasso. L’annata era diversa (qui ho la 2016), ma averlo nel calice mi ha suscitato il brivido di allora – se possibile ancora più elettrizzante. Parliamo di un vino quasi introvabile in enoteca (600 bottiglie l’anno), ma che vale tutta la ricerca

Di colore tra il ramato, il cerasuolo e l’aragosta, intenso, luminoso e consistente, rivela tutta la sua potenza al naso e in bocca. La caratteristica che, a mio avviso, meglio lo descrive è la profondità: la nota di arancia sanguinella, che spesso individua i vini dell’Etna, non accompagna…

View original post 136 altre parole

Etna, i vini dell’isola nell’Isola

The Wine Training

Orizzontale di Nerello Annata 2014 promossa da l’Associazione Grandi Cru della Costa Toscana nella sede storica del Real Collegio di Lucca.

I rossi del Vulcano

I vigneti Etnei con le sue viti centenarie aggrappate ad un terreno scosceso e grigio fatto di terrazzamenti trattenuti da muretti di sassi neri è certamente uno dei luoghi che più rimane impresso nella mente del visitatore enoico. In alcuni versanti il mare s’intravede sembrando più vicino di quello che è nella realtà. Venti costanti soffiano asciugando e mitizzando i versanti del Vulcano dai quali colate laviche in alcuni punti ben visibili, sono ricoperte da pietrisco nero ed erbe spontanee, elementi distintivi di questa  montagna che, gli antichi greci, attribuivano alla dimora dei venti del dio Eolo.

Negli ultimi anni un interesse crescente ha visto molti piccoli produttori  individuare sulle pendici di uno dei più grandi vulcani dell’area del Mediterraneo una nuova frontiera per la…

View original post 1.232 altre parole

Il primo vino d’Europa: Monte Kronio

Maurizio Gily intervista in questo video l’archeologo Davide Tanasi, dell’Università della South Florida, coordinatore del progetto che ha portato alla scoperta di residui di vino in giare dell’Età del Rame (terzo millennio a.C.) in una grotta di Sciacca (Ag), sul Monte Kronio. La scoperta porta a riscrivere la storia del vino nel bacino del Mediterraneo.

From the Savory Side, the Salty Carricantes of Sicily (The New York Times)

Great lesson about Etna Biancos in the Wine School of Eric Asimov, on The New York Times:

To describe a wine as “salty” may not seem like much of a compliment. Yet it can be high praise indeed.

Some of the world’s greatest wines have a distinct saline tang. In France, where the vocabulary for describing wine dwarfs the capacity of English, to remark on a wine’s “salinité” is to toss a welcome though perhaps voguish verbal bouquet.

In my experience, few wines demonstrate this notion of salinity as well as the whites in the Etna Bianco category, made largely or entirely from carricante grapes grown in the foothills of Mount Etna in Sicily. They are marked by a distinctive savory tang that the winemakers will tell you is blown in by the salty wind off the Mediterranean.

Here at Wine School, where for the last month we have been drinking Etna Biancos, we prize savory wines. We also recognize that they are likely to be an acquired taste, especially for palates honed in the United States.

Continue reading “From the Savory Side, the Salty Carricantes of Sicily (The New York Times)”

I Vini di Sicilia a Vinitaly 2018. Cosa dice la rete…

Il Vinitaly si è concluso da una settimana e fioccano sulla rete recensioni, impressioni, migliori assaggi e opinioni.

151852180379961

Abbiamo raccolto quelle che parlano dei Vini di Sicilia qui:

Continue reading “I Vini di Sicilia a Vinitaly 2018. Cosa dice la rete…”

I Vini di Sicilia premiati da “5StarWines THE BOOK”

In occasione del Vinitaly è stata presentata la nuova guida di vini “5StarWines THE BOOK”, che vuole premiare e stimolare lo sforzo delle aziende che investono nel continuo miglioramento qualitativo dei propri prodotti, attraverso un raffronto prestigioso che individui uno strumento unico di marketing e di promozione sui mercati internazionali.

I vini sono stati valutati da panel giudicante di esperti di altissimo valore internazionale e di specifica conoscenza geografica (Master of Wine, Master of Sommelier, Sommelier, esperti giornalisti ecc.), condotto da Ian D’Agata, direttore scientifico di Vinitaly International Academy. Qui i nominativi dei giurati.

Ecco le aziende Siciliane, e i loro “vini di Sicilia”, segnalati nella guida: Continue reading “I Vini di Sicilia premiati da “5StarWines THE BOOK””

Fondo Antico, Aprile 2017

Nunc est bibendum

(285 parole)

Chi abbia letto La terra desolata ricorderà (forse anche senza volerlo) l’incipit sulfureo sulla fertilità e l’enigmatica rinascita della natura:

Fondo Antico - Aprile (vino rosato da Nero d'Avola)APRIL is the cruellest month, breeding
Lilacs out of the dead land, mixing
Memory and desire, stirring
Dull roots with spring rain.

APRILE  è il mese più crudele, genera
Lillà da terra morta, confondendo
Memoria e desiderio, risvegliando
Le radici sopite con la pioggia della primavera.
(trad. Roberto Sanesi)

Aprile è il nome del secondo rosato della cantina trapanese Fondo Antico, sempre a base Nero d’Avola. Rispetto a Memorie, non potrebbe esserci vino più diverso (e più lontano dai versi di T.S. Eliot): tanto è profondo ed intenso quello, vicino a un canto ancestrale, a un affondo in una dimensione epico-drammatica, quanto questo è lieve, fresco, avvolgente o, più ancora, travolgente.

A metà tra il tenue e il corallo, a seconda delle inclinazioni…

View original post 148 altre parole

Viognier IGP – Scalia & Oliva

Uva e Pomodoro

Viognier IGP 2016
(Scalia & Oliva, Sicilia)

Bere un bicchiere di vino
è come assaporare una goccia
del fiume della storia umana.
(Clifton Fadiman)

L’azienda Scalia & Oliva insiste sul territorio di Salaparuta, in provincia di Trapani, e vanta 25 ettari di terreni dei quali 15 di vigneti, 5 di oliveti ed il resto per semina di varie tipologie. L’azienda si trova in contrada Acque Colate Pergola a 300 m s.l.m. In una zona altamente vocata per la viticoltura, di fatti ricade nella DOC Salaparuta. La maggior parte dei vigneti sono coltivati in regime biologica. L’azienda nasce nel 1999 e il primo anno di imbottigliamento del vino risale al 2005. Oggi l’azienda produce e commercializza circa 50.000 bottiglie di vino e 2000 bottiglie di olio extravergine d’oliva.

Il Viognier 2016 è un monovarietale.
Presenta un colore giallo paglierino; al naso sentori floreale e fruttati, di frutti a polpa gialla quali…

View original post 53 altre parole