Incontrando la Karen Blixen dei vini dell’Etna

Coraggio e passione, per unire 2 mondi apparentemente distanti: la Danimarca e la Sicilia. Due parole per descrivere l’idea meravigliosa di Anne-Louise Mikkelsen, la Karen Blixen dei vini dell’Etna, di Tenuta di Aglaea.

20171106_161507.jpg

La Sicilia è terra d’invasione per eccellenza, è il luogo del riposo di ogni guerriero” scriveva Pietrangelo Buttafuoco su Il Foglio nel 2003. E citava “Soldier’s guide to Sicily“, la guida che nel 1943 il generale Eisenhower  fece consegnare a ciascuno dei 450.000 soldati americani che sarebbero sbarcati in Sicilia, tradotta e ripubblicata da Sellerio: «Invasori e dominatori che si sono succeduti in tutte le epoche, hanno oppresso la popolazione. Greci, romani, cartaginesi, vandali, goti, bizantini, arabi, normanni, tedeschi, francesi, napoletani e infine gli italiani hanno dominato l’Isola».

64A8C459-778C-4A7B-9E4F-F45E0493D782

In realtà, in Sicilia siamo orgogliosi di tutto quello che questi popoli ci hanno insegnato e lasciato in eredità, anche nel mondo del vino. “Cosa c’è di meglio delle invasioni per accrescere la civiltà?” si chiedeva Lina Wertmüller. Continue reading “Incontrando la Karen Blixen dei vini dell’Etna”

Gli articoli più letti di ottobre 2017

Mese di vendemmie e di manifestazioni intorno al mondo del vino: ottobre è un periodo speciale per raccontare i vini di Sicilia, e anche questo mese i nostri lettori sembrano averlo apprezzato.

20171010_102819.jpg

Ottobre però è anche un mese di anticipazione delle guide enoiche del prossimo anno, e alcuni dei post preferiti sono proprio legati ad esse. Siamo felici però che l’articolo più letto ad ottobre sia il resoconto della nostra visita indimenticabile a Palmento Caselle e del nostro incontro con Salvo Foti. Continue reading “Gli articoli più letti di ottobre 2017”

Le Sciare di Silvia

Dalla terrazza gli occhi affogano fra le striature autunnali degli alberelli Etnei, coricati sui substrati, ricchi di pomice e cipria, di due sciare vulcaniche, a contrada Rovitello. Sotto la superficie, i ricordi antichi di eruzioni si attorcigliano fra polveri di manganese e ferro pronti a sprigionarne i profumi fra le profonde radici di viti prefilosseriche.

20171012_122106.jpg

Ci troviamo a Castiglione di Sicilia, in visita a Tenuta di Fessina, altro appuntamento speciale del nostro ottobre Etneo, accolti, con grande simpatia e professionalità, da Jacopo (Maniaci) e Giuseppe. Jacopo ci racconta di come la toscana Silvia Maestrelli, nel 2007, in collaborazione con Federico Curtaz, si innamori di questo lembo di Montagna e acquisti questo vecchio vigneto di Nerello Mascalese. Un vero e proprio “coup de foudre”, che la spinge ad acquistare 7 ettari di vigna e a produrre solo 5 giorni dopo la prima annata di Musmeci Rosso (nome dedicato proprio al precedente proprietario, tale Ignazio Musmeci).  Continue reading “Le Sciare di Silvia”

I vini umani di Salvo Foti, il vero Uomo Etneo

Incontrare Salvo Foti, il profeta dell’alberello Etneo e l’inventore dei “vini umani”, è un’esperienza assoluta, da provare di persona se si vuole comprendere passato, presente e futuro dei vini dell’Etna.

20171010_100453.jpg

Ma conoscere la filosofia di Foti sul mondo del vino, e non solo, significa molto di più: significa affondare le radici profondamente nelle tradizioni, come l’alberello Etneo spinge il suo apparato radicale negli strati più profondi, più minerali del terreno. E come l’alberello cerca la sua verticalità tendendo le sue foglie e i germogli della vite verso il cielo, così le idee di Salvo Foti si spingono verso un futuro più umano, ma ricco di proposte e iniziative. Continue reading “I vini umani di Salvo Foti, il vero Uomo Etneo”

I Vini di Sicilia premiati da “I Vini d’Italia 2018”

Sono 21 i vini siciliani fra i 300 premiati dalla guida “I Vini d’Italia 2018” de L’Espresso. Come l’anno scorso sono stati suddivisi in categorie: vini da bere subito (solo 1 fra i vini di Sicilia), i vini da comprare (10), i vini da conservare (8) Quest’anno sono stati anche inseriti i vini da riassaggiare (2 siciliani), cioè i vini presentati in guide degli anni passati ritenuti ancora degni di menzione . Continue reading “I Vini di Sicilia premiati da “I Vini d’Italia 2018””

I Cinque Grappoli di Sicilia della guida Bibenda 2018

Sfornata una nuova guida, ancora una volta ci interessiamo di vedere che cosa riserva per i vini di Sicilia; si tratta di Bibenda, la guida della Fondazione Italiana Sommelier, che presenta i 5 Grappoli.

download (2) Continue reading “I Cinque Grappoli di Sicilia della guida Bibenda 2018”

Le Chiocciole 2018 di Sicilia di Slow Wine

E’ arrivato il turno di un’altra delle guide classiche e più lette, Slow Wine, con le sue Chiocciole a premiare i vini più buoni dell’isola.

Le Chiocciole di Sicilia sono 11, una in meno dello scorso anno, e per la precisione:

Qui trovate le altre 184 Chiocciole d’Italia: http://www.slowfood.it/slowine/ecco-voi-le-195-chiocciole-di-slow-wine-2018/

 

Sono 17 le Corone Siciliane della guida Vini Buoni d’Italia 2018

Le commissioni dei 21 coordinatori regionali riuniti a Villa di Toppo Florio a Buttrio hanno assegnato il massimo riconoscimento ai vini di eccellenza per l’edizione 2018 della guida del Touring Club Italiano, Vini Buoni d’Italia. Alla Sicilia sono state assegnate 17 corone, senza grandi sorprese, con i soliti nomi (e poca fantasia).

Continue reading “Sono 17 le Corone Siciliane della guida Vini Buoni d’Italia 2018”

Di passiti e Zibibbo. Pantelleria, l’isola dolce.

“Esplorando i fondali addormentati intorno all’isola […] avevamo recuperato un’anfora con ghirlande pietrificate che dentro aveva ancora i residui di un vino immemore corroso dagli anni, e avevamo fatto il bagno in una gora fumante le cui acque erano così dense che si poteva quasi camminarvi sopra.” scriveva Gabriel García Márquez.

Nel  nostro viaggio a Pantelleria anche noi abbiamo assaggiato vini, non immemori ma memorabili, cresciuti in acciaio, in botti e anche in anfore, il cui ricordo conserveremo nel tempo. Così come quello degli uomini geniali incontrati, panteschi e no, ma comunque innamorati dell’isola dei dammusi, l’avamposto italiano dell’Africa. Continue reading “Di passiti e Zibibbo. Pantelleria, l’isola dolce.”

Cibo Nostrum 2017: i nostri 4 calici di Taormina

Anche quest’anno Cibo Nostrum, la festa dei cuochi “on the road” giunta alla sesta edizione,  è stato un’occasione speciale per assaggiare piatti gourmet, passeggiando per le vie del centro di Taormina.

20170612_151749.jpg Continue reading “Cibo Nostrum 2017: i nostri 4 calici di Taormina”