Il carattere Etneo di Benanti: presente, passato e futuro dell’Etna

La storia moderna dei vini dell’Etna è iniziata qui; nessun dubbio, la famiglia Benanti ha segnato la storia, ha fatto la storia dell’Etna per come lo conosciamo oggi. Passato, ma anche presente, e certamente futuro.

20180129 Benanti (36)

Nel corso della nostra visita abbiamo avuto il privilegio di incontrare due delle facce dell’avventura di Casa Benanti, il Cavaliere Giuseppe e suo figlio Antonio, che in momenti diversi della giornata ci hanno accompagnato fra mura intrise di storia e di vino, fra i vigneti museo di Monte Serra, fra i calici profumati del nettare di famiglia. E ci hanno raccontato, ci hanno narrato tanto di ricordi e sogni, progetti e fatiche, scoperte e rinunce. E, come ci ha insegnato Salvo Foti, con la sua idea dei vini umani, il “vino lo fa la visione di un uomo“, e se non conosci gli uomini e le donne che lo producono, non potrai mai capire pienamente quel vino. Continue reading “Il carattere Etneo di Benanti: presente, passato e futuro dell’Etna”

I Signori del Nero d’Avola (e non solo): Gulfi

Coltiva biologico, non irriga, vendemmia a mano. La filosofia dell’Azienda Gulfi ha un orientamento chiaro, e il nome del suo enologo per noi è una garanzia a prescindere.

20180206_144608

Vito Catania, tristemente scomparso a maggio dello scorso anno, infatti nel 1996 iniziò a collaborare con Salvo Foti. Da allora Gulfi ha adottato alcuni dei principi cardini di Foti: vitigni ad alberello, nessuno uso di concimi chimici, diserbanti, insetticidi e pesticidi, coltivazione di vitigni autoctoni siciliani. Primo fra tutti il Nero d’Avola, vitigno che dà vini naturalmente caldi (alcolici) e spiccatamente profumati, utilizzato in passato per migliorare vini deboli e aspri di altri Paesi (in particolare Borgogna e Gironda).  Il Nero d’Avola è il vitigno privilegiato di Gulfi, che infatti produce infatti 6 grandi etichette di Nero d’Avola in purezza, quattro delle quali sono cru pluripremiati prodotti nelle vigne di Pachino (NerobufaleffjNeromaccarjNerobaronjNerosanloré) a cui si devono aggiungere il Nerojbleo e Rossojbleo, anch’essi Nero d’Avola in purezza prodotti nelle vigne di Chiaramonte Gulfi (RG). Continue reading “I Signori del Nero d’Avola (e non solo): Gulfi”

Noi stiamo con Arianna

Oggi Arianna Occhipinti sulla sua pagina Facebook, ha lanciato un grido di aiuto, un’invocazione di soccorso, dopo aver subito l’attacco di alcuni vandali che hanno oltraggiato una parte delle sue viti e del suo terreno.

Un’offesa alla terra di Vittoria, alla nostra Sicilia, oltre che ad Arianna. E per la stima e l’affetto che ci lega a questa donna straordinaria, riportiamo qui il suo urlo silenzioso, le sue parole che, come sempre, sgocciolano un’immutata passione per la sua terra e un profondo senso di giustizia.

27067074_1790915724315106_4554102886749635153_n

“A Vittoria purtroppo capita che fare agricoltura diventa sempre più difficile. Vedete, noi non abbiamo effettivamente le gelate e spesso per fortuna anche la grandine passa lontano da qua, ma ogni giorno dobbiamo combattere con chi questa terra non la ama e pensa anche di possederla. Oggi sto mettendo questi cartelli dopo aver trovato nella vigna di c.da Santa Teresa il sovescio di veccia e favino completamente distrutto, pestato, oltraggiato, alcune viti spezzate e la rete divelta. Una parte di me riflette sul perché di molti silenzi, l’altra urla e chiede aiuto.
Noi siamo custodi di questa terra, e dobbiamo difenderla! Ricordatevelo.

E, ovviamente, anche questa volta confermiamo ad Arianna la nostra piena solidarietà.

Lungo il solco della tradizione: Vitivinicola Lombardo

È da oltre due generazioni che l’Azienda Vitivinicola Lombardo cammina lungo il solco tracciato dalle più antiche tradizioni contadine locali, coltivando e vinificando le proprie uve con lo scopo principale di esaltare la grande vocazione enologica del territorio.

azienda-vitivinicola-lombardo-01

L’azienda si trova in contrada Cusatino, a Caltanissetta: su una superficie complessiva di circa sessanta ettari, ben quaranta sono vitati, con varietà di Nero d’Avola, Inzolia e Syrah. I terreni si trovano a un’altitudine di circa 550 mt s.l.m. in un territorio molto vocato per la viticoltura, con terreni argillosi calcarei di medio impasto e un clima caldo mediterraneo caratterizzato da sbalzi termici giorno/notte che precedono la vendemmia e che consentono di ottenere una migliore maturazione fenolica.

Continue reading “Lungo il solco della tradizione: Vitivinicola Lombardo”

Contrade dell’Etna 2018: lunedì 23 aprile

Anche nel 2018, dopo il Vinitaly, ci sarà l’appuntamento con Contrade dell’Etna, l’evento ideato da Andrea Franchetti che vede coinvolte quasi tutte le aziende presenti sul Vulcano più alto d’Europa.

20170403_122522

Su Cronache di Gusto leggiamo che l’appuntamento, immancabile, di quest’anno è per il 23 aprile con la stessa location dello scorso anno: il Castello Romeo in contrada Monte La Guardia nel territorio di Randazzo, dotato di ampio parcheggio e di spazi adeguati per un evento che vede la partecipazione di migliaia di appassionati e addetti ai lavori. Contrade, che quest’anno raggiunge l’edizione numero 11, è un evento ideato e organizzato dallo stesso Franchetti ed è nato con l’intento di promuovere le produzioni di eccellenza dell’Etna, presentare le nuove annate e dare alle aziende la possibilità di farsi conoscere da appassionati e addetti ai lavori.

Ecco i nostri racconti del 2017 e del 2016.

20170403_131027

La Top10 degli Etna Bianco a fine 2017, secondo i dati di Wine Searcher

Diamo un’occhiata anche agli Etna Bianco più cercati nel 2017 su Wine Searcher.

1cd2e6acaa1df96734d47a345362eb48_L
Grappoli di Carricante

Ecco la classifica:

  1. benanti-pietramarina-etna-bianco-superiore-sicily-italy-10521414Benanti – Pietramarina Etna Bianco Superiore, Sicily, Italy
  2. Tenuta delle Terre Nere – Bianco Etna, Sicily, Italy
  3. Planeta – Etna Bianco, Sicily, Italy
  4. Pietradolce – Archineri Etna Bianco, Sicily, Italy
  5. Alta Mora – Etna Bianco, Sicily, Italy
  6. Tenuta delle Terre Nere – ‘Vigne Niche’ Santo Spirito Bianco Etna, Sicily, Italy
  7. Benanti – Bianco di Caselle Etna, Sicily, Italy
  8. Tenuta di Fessina – a’Puddara Etna Bianco, Sicily, Italy
  9. Graci – Etna Bianco, Sicily, Italy
  10. Tenuta delle Terre Nere – ‘Vigne Niche’ Calderara Sottana Bianco Etna, Sicily, Italy

Gli articoli più letti del 2017 su Vini di Sicilia

Sono 181 gli articoli pubblicati su Vini di Sicilia quest’anno: abbiamo scritto tanto di Etna, di vignaioli, di vignaiole, di vini umani, di contrade, di speranze e di progetti.

20170403_110142

Abbiamo raccontato e raccolto quello che la rete aveva da dire sui vini di Sicilia, e la rete ha risposto in questo modo, apprezzando in particolare questi 10 articoli:

  1. Contrade dell’Etna 2017. Le 10 contrade scelte da VinidiSicilia
  2. Gina Russo di Cantine Russo all’interno del CdA della Strada del vino e dei sapori dell’Etna
  3. La Top10 degli Etna Rosso 2017. Nuova analisi dei dati di Wine Searcher
  4. I VinidiSicilia a cui non rinunciare: i 12 Nero d’Avola di CronachediGusto
  5. I vini umani di Salvo Foti, il vero Uomo Etneo
  6. I Vini di Sicilia premiati da “I Vini d’Italia 2018”
  7. I vignaioli di Sicilia nella Valigia di Bacco
  8. I 20 vini di Sicilia più cercati nel 2016 su Wine Searcher
  9. Sono 17 le Corone Siciliane della guida Vini Buoni d’Italia 2018
  10. Piccole Donne Crescono: Marilina e Federica Paternò

Continue reading “Gli articoli più letti del 2017 su Vini di Sicilia”

The 5 Most Read Stories of 2017 (Vini di Sicilia)

Adobe Spark.jpg

Here are the most-read Vinidisicilia.blog stories published in 2017:

  1. 7 Bottles that Put Sicily on the Map of Trendy Wine Regions (Food & Wine)
  2. 6 Top Sicilian Wines You Need To Try
  3. Top20 Wines of Sicily 2016
  4. Top 10 Nero d’Avola 2017 according to Wine Searcher
  5. The Top10 of Etna Bianco (Wine Searcher)

If you like to review them of if you missed these posts, enjoy your reading!

I 20 vini di Sicilia più cercati nel 2017 su Wine Searcher

Chi cerca Sicilia, nel mondo del vino, cerca questo.

depositphotos_7120396-stock-photo-medieval-map-of-sicily

L’analisi generale dei dati di Wine Searcher ci dice che chi cerca Sicilia soprattutto cerca Cornelissen. Tre vini nei migliori 7, il più cercato è Susucaru, nella classifica fra i più popolari addirittura alla posizione 340 nel mondo, unico nella top1000 dei vini mondiali.

  1. Frank Cornelissen – ‘Susucaru’ Rosato Terre Siciliane IGT
  2. Frank Cornelissen – ‘Magma’ Terre Siciliane Rosso IGT
  3. Donnafugata – Ben Rye Passito di Pantelleria
  4. Tenuta delle Terre Nere – Rosso Etna
  5. Feudo Maccari – Saia Sicilia IGT
  6. Donnafugata – ‘Mille e Una Notte’ Contessa Entellina
  7. Frank Cornelissen – ‘Rosso del Contadino’ Sicilia IGT
  8. Tenuta delle Terre Nere – Prephylloxera La Vigna di Don Peppino Rosso Etna
  9. Tasca d’Almerita – Tenuta Regaleali ‘Rosso del Conte’ Contea di Sclafani
  10. Cusumano – Nero d’Avola Terre Siciliane IGT
  11. Azienda Agricola Arianna Occhipinti – Il Frappato Sicilia IGT
  12. Palari – Faro
  13. Passopisciaro – ‘Passorosso’ Terre Siciliane IGT
  14. Planeta – Chardonnay Menfi
  15. Duca di Salaparuta – Duca Enrico Rosso Sicilia IGT
  16. Planeta – Santa Cecilia Noto
  17. Passopisciaro – Rosso Terre Siciliane IGT
  18. Azienda Agricola Arianna Occhipinti – SP68 Sicilia Rosso IGT
  19. Donnafugata – ‘Tancredi’ Terre Siciliane IGT
  20. Passopisciaro – ‘Franchetti’ Rosso

Continue reading “I 20 vini di Sicilia più cercati nel 2017 su Wine Searcher”

La passione di Arianna

Martedì 26 dicembre, su Rai3, nel corso della trasmissione Geo, è andato in onda un bel servizio intitolato “Ragusa oltre il  Barocco”.

AO2

Ampio spazio all’interno di questo video, che potete trovare in versione integrale qui su RaiPlay, è stato dato ad Arianna Occhipinti, che è stata presentata così:

Arianna ha deciso di fare un vino naturale, senza solfiti, senza prodotti chimici, senza fare nulla che possa turbare la naturale evoluzione della pianta prima, e della fermentazione poi, anche a costo di rimetterci in quantità. E’ partita comprandosi un ettaro di terreno; in molti hanno ironizzato su di lei: “quello è un lavoro da uomini, da queste parti”. Sono passati 15 anni da quel giorno. Arianna, 34 anni, ha lavorato duro ma il successo non l’ha cambiata. La ragazza di allora è rimasta la stessa; ama sporcarsi le mani sul lavoro. Soprattutto vuole vivere la sua terra con la tenacia e l’amore dei contadini che l’hanno preceduta.

AO3

Questo il testo integrale della sua intervista: Continue reading “La passione di Arianna”