Sicilian Wine Awards, premiati 31 vini siciliani

 

Sono 31 i vini premiati nella seconda edizione del “Sicilian Wine Awards“, l’iniziativa voluta da Cronachedigusto.it e aperta a tutte le aziende siciliane.

Immagine

A decretare i vincitori la commissione presieduta da Daniele Cernilli, alias Doctor Wine, uno tra i più noti degustatori al livello europeo, e composta da esperti e giornalisti. Tra questi: Mauro Bertolli – Italia del Vino; Stephen Brook – Decanter Uk; Federico Latteri – Cronache di Gusto; Bienczyk Marek – Ferment Poland; Sarah Marsh MW – The English Nose. Continue reading “Sicilian Wine Awards, premiati 31 vini siciliani”

I Cinque Grappoli di Sicilia della guida Bibenda 2018

Sfornata una nuova guida, ancora una volta ci interessiamo di vedere che cosa riserva per i vini di Sicilia; si tratta di Bibenda, la guida della Fondazione Italiana Sommelier, che presenta i 5 Grappoli.

download (2) Continue reading “I Cinque Grappoli di Sicilia della guida Bibenda 2018”

Anteprima Tre Bicchieri 2018: i Vini di Sicilia

Iniziano le anteprime della Guida del Gambero Rosso e si parte dalla Sicilia, presente come mai prima: 22 Tre Bicchieri a testimonianza del periodo di grande crescita dei Vini di Sicilia. Continue reading “Anteprima Tre Bicchieri 2018: i Vini di Sicilia”

Cibo Nostrum patrimonio dell’Italia gastronomica

È stato illustrato alla stampa il nuovo appuntamento della Grande Festa della Cucina Italiana, che si svolgerà dall’11 al 13 giugno prossimi tra Zafferana Etnea e Taormina. Tanti e prestigiosi i partners accanto agli organizzatori della Federazione Italiana Cuochi, che sono intervenuti all’incontro, a cominciare dalle Istituzioni.

Continue reading “Cibo Nostrum patrimonio dell’Italia gastronomica”

I VinidiSicilia a cui non dovrete rinunciare: i 10 Grillo di CronachediGusto

Su Cronache di Gusto si raccontano i Vini di Sicilia, in preparazione al G7 di Taormina. Si inizia col Grillo e con le 10 etichette da loro consigliate:

Continue reading “I VinidiSicilia a cui non dovrete rinunciare: i 10 Grillo di CronachediGusto”

Tredici sfumature di Grillo. Cronache siciliane dal Vinitaly (Wine in Sicily)

Daniele Cernilli, aka Doctor Wine, dice la sua sul Grillo: preferisce definirlo tradizionale e non autoctono “il ceppo originario di quasi ogni vitigno europeo infatti” ci racconta “ha radici in Georgia”. Sottolinea come il Grillo faccia sue alcune delle caratteristiche dei rossi, pur essendo un bianco: è ricco infatti di polifenoli come il Greco o il Timorasso, dei veri e propri “neri bianchi”, ed in più ha una buona tenuta degli anni, invecchia bene.

IMG_2410

Continue reading “Tredici sfumature di Grillo. Cronache siciliane dal Vinitaly (Wine in Sicily)”

I migliori calici del 2016 di Uva e Pomodoro

Uva e Pomodoro

Cari amici lettori e con piacere che mi appresto a scrivere questo articolo, dove faccio una classifica dei migliori vini degustati nel 2016, scegliendone uno per ogni categoria. Naturalmente si tratta di una classifica del tutto personale, che si basa sui miei gusti e su quei vini che mi sono rimasti impressi per le loro peculiarità organolettiche e che dunque difficilmente dimenticherò.

RAJAH-Tenuta-Gorghi-Tondi-IGPPartendo dai bianchi, il miglior sorso è stato il Rajàh DOC 2015 della cantina Gorghi Tondi (Mazara del Vallo, Sicilia). Ottenuto da uve zibibbo 100%, che ne connotano i sentori particolarmente fruttati e dolciastri di uva passa e miele, a cui si contrappone un palato sapido, dal retrogusto ammandorlato.

memorie_27Continuiamo con i rosati, e qui abbiamo una bella sorpresa, un rosato che non ho ancora recensito, ma che mi è rimasto impresso per le sue particolarità. Finora abbiamo detto che i rosati sono vini delicati, da bere entro…

View original post 256 altre parole

Kaid Vendemmia Tardiva Igt 2015

Uva e Pomodoro

Kaid Vendemmia Tardiva Igt 2015
(Alessandro di Camporeale, Sicilia)

Il vino mi ama e mi seduce
solo fino al punto in cui il suo e il mio spirito
si intrattengono in amichevole conversazione
.
Hermann Hesse

Dallo splendido vigneto di syrah, da cui si ricava il vino principe della cantina Alessandro di Camporeale: il Kaid per l’appunto, la famiglia Alessandro ha selezionato un ettaro e mezzo per la produzione di un vino innovativo e strepitoso, sintesi del progetto produttivo dell’azienda, che coniuga tradizione e innovazione.

Si tratta dunque di una vendemmia tardiva bio di uve syrah 100%, lasciate maturare sulla pianta, con una tecnica che prevede la torsione del peduncolo, per evitare che la linfa continui a giungere al grappolo, così da far aumentare la concentrazione di zuccheri attraverso l’esposizione al sole. Un vino che mi riporta alla mente una citazione di Omero, in cui parla del Πραμνείῳ, Pramno o…

View original post 220 altre parole