Gli Award Gold di Sicilia della guida The WineHunter

Merano, 16 agosto 2019 – La “caccia al miglior vino e prodotto gastronomico” del WineHunter Helmuth Köcher è terminata. Da oggi sono ufficiali i vincitori degli Award Rosso e Gold individuati dal fondatore di Merano WineFestival (8-12 novembre 2019) e dalle sue commissioni d’assaggio. Una selezione durata un intero anno, che si inserisce in un progetto di ricerca costante e mirata a individuare le eccellenze nel panorama vitivinicolo e gastronomico italiano. La guida, rinnovata anche nella veste grafica, è consultabile gratuitamente su award.winehunter.it Semplice e intuitiva è dotata di vari filtri per selezionare i prodotti in base alla categoria o al riconoscimento vinto.

5.800 vini degustati, di cui 2.900 scelti per essere inseriti nella guida The WineHunter Award. A vincere l’Award Rosso (da 88 a 89,99 punti) 2.400 etichette, mentre l’Award Gold (da 90 a 94,99 punti) va a 500 etichette; di queste, 100 sono candidate alla vittoria dell’Award Platinum (da 95 a 100 punti) e rappresentano la TOP 100 selected by The WineHunter. Oltre ai vini, la guida presenta le eccellenze gastronomiche suddivise nelle categorie Culinaria, Aquavitae e Beerpassion.

vino_2

Continua a leggere “Gli Award Gold di Sicilia della guida The WineHunter”

Ecco i ViniBuoni d’Italia 2020: 23 sono le Corone, 13 le Golden Star di Sicilia

Ancora una volta la guida Vini Buoni d’Italia 2020 del Touring Club Italiano anticipa tutti, e come sempre noi siamo pronti a raccontarvi i vini di Sicilia meritevoli di un premio. Lo abbiamo fatto qui nel 2017, nel 2018 e lo scorso anno 2019.

Vinibuoni d'Italia

Ulteriore crescita quantitiva per quanto riguarda le Corone attribuite quest’anno ai vini Siciliani: sono infatti 23 le cantine premiate, con le conferme di Baglio del Cristo di Campobello, Barone di Villagrande, Benanti, Paolo Calì, Fazio, Firriato, Florio, Graci, Le Casematte, Marco De Bartoli, Pietradolce, Tasca d’Almerita e Tenuta di Fessina che già comparivano nella guida del 2019.

L’Etna nel 2020 si supera con sei Corone agli Etna Rosso e quattro agli Etna Bianco, in entrambi i casi raddoppiando il numero delle cantine premiate lo scorso anno.

Ecco tutte le Corone di Sicilia:

Continua a leggere “Ecco i ViniBuoni d’Italia 2020: 23 sono le Corone, 13 le Golden Star di Sicilia”

ViniBuoni d’Italia 2019: le 19 Corone e le 16 Golden Star di Sicilia

E’ oramai diventato il primo appuntamento dell’anno con le Guide enologiche Italiane: Vini Buoni d’Italia 2019 del Touring Club Italiano anche quest’anno anticipa tutti, e come sempre noi siamo pronti a raccontarvi i vini di Sicilia meritevoli di un premio. Lo abbiamo fatto qui nel 2017 e qui nel 2018

Vinibuoni d'Italia

Una prima considerazione sul numero delle Corone ricevute: quest’anno sono 19, due in più dello scorso (se il buon giorno si vede dal mattino…), con diverse variazioni. Infatti solo Benanti, Fazio, Florio, Hauner, Marco De Bartoli, Palari, Pietradolce, Planeta, Tasca d’Almerita e Tenuta di Fessina si confermano e ricevono la Corona come lo scorso anno, e, fra questi, alcuni per un vino diverso. Fra i vitigni premiati, 3 Corone a Etna Rosso e Nero d’Avola, 2 a Faro fra i rossi, mentre fra i bianchi il più apprezzato è l’Etna Bianco con 2 Corone.

Molto interessante anche l’attribuzione di 16 Golden Star alla Sicilia: fra le altre siamo felici di notare quelle (per noi molto meritate) attribuite ad Arianna Occhipinti, Enò-Trio e Marilena Barbera, a riconoscimento della qualità di questi vignaioli. In questa categoria il vino più premiato è il Nero d’Avola con 5 Star, mentre 4 sono le Star per gli Etna Doc Rosso; fra i bianchi 2 Star ciascuno per Catarratto e Grillo.

Queste le 19 Corone di Sicilia 2019: Continua a leggere “ViniBuoni d’Italia 2019: le 19 Corone e le 16 Golden Star di Sicilia”

Baglio di Pianetto

Nunc est bibendum

(592 parole)

Baglio di Pianetto

Baglio di Pianetto nasce nel 1997 per volontà del conte Paolo Marzotto, già celebre nell’industria tessile, e si sviluppa su due tenute. Una dalle splendide ondulazioni collinari, a Santa Cristina Gela, mezz’ora di automobile da Palermo, a oltre 650 m di altitudine, su un terreno argilloso rossastro, con grande presenza di scheletro e di minerali; vi si coltivano Insolia, Viognier, Grillo, Petit Verdot e Merlot. L’altra, a Noto, contrada Baroni, su un terreno fortemente calcareo a poco più di 50 m sul livello del mare, dove troviamo Syrah, Nero d’Avola, Moscato e Frappato. Una scelta precisa di vitigni e due zone che trovano coerenza e valore nella filosofia produttiva del suo creatore, nel lavoro dei suoi collaboratori (l’agronomo Fernando Schepis e l’enologo Marco Bernabei tra gli altri) e in un impianto modernissimo, convertito al biologico nel 2016. Circa 105 ettari vitati (più un’altra sessantina…

View original post 473 altre parole

Scenario Siciliano: Baglio di Pianetto

the drunken cyclist

A few weeks ago, I started chronicling my press trip to Sicily, the almost mystical island off the toe of Italy. We started the week on the East side of the island, navigating around  Mount Etna, the active volcano that influences every aspect of life.

On Day Two of the trip, we headed to Caverna Etnea, the Firriato estate that is just a few kilometers from the volcano.

Day 3, we visited Pietradolce, and Day 4 took us to Baglio di Pianetto, the closest winery to Palermo, the capital of Sicily.

There were a few aspects to teaching High School that I did not enjoy: interactions with parents (particularly those whose children were not faring well in my class—rarely would they hold their offspring even a bit at fault), writing end of term comments on every student, and when prospective students would come to observe my class.

I…

View original post 841 altre parole

“Nero d’Avola tutto da scoprire” (Renato De Bartoli su Cronache di Gusto)

Renato De Bartoli, Ad della cantina Baglio di Pianetto della famiglia Marzotto traccia un bilancio dell’anno appena trascorso e si proietta in avanti, nel futuro, analizzando scenari e opportunità di una delle cantine più conosciute del panorama vitivinicolo siciliano. “Il 2017 è stato l’anno dei 20 anni – dice – una ricorrenza importante che per noi ha assunto anche un carattere sentimentale, per i legami che l’esistenza di questa azienda ha alimentato nel tempo. Oggi siamo certamente più maturi, l’azienda è cresciuta e si stanno aprendo nuove prospettive anche in chiave nazionale e soprattutto per l’export. E’ ancora troppo presto per dare qualche cenno in più, ma ci sarà un maggiore dinamismo ed un approccio sistemico e utile alla crescita“.

renato_de_bartoli_3

Baglio di Pianetto ha fatto della commercializzazione di vini da vitigni autoctoni e vini di carattere più internazionale un punto della sua forza: “Perché – dice De Bartoli – vanno bevuti ed apprezzati per il loro vissuto reale. Credo che a volte si smarrisca ogni ragionevolezza, nella comunicazione del vino, in una rincorsa a chi la spara più grossa. Io non voglio seguire questa corrente“. Continua a leggere ““Nero d’Avola tutto da scoprire” (Renato De Bartoli su Cronache di Gusto)”

Anteprima Tre Bicchieri 2018: i Vini di Sicilia

Iniziano le anteprime della Guida del Gambero Rosso e si parte dalla Sicilia, presente come mai prima: 22 Tre Bicchieri a testimonianza del periodo di grande crescita dei Vini di Sicilia. Continua a leggere “Anteprima Tre Bicchieri 2018: i Vini di Sicilia”

I VinidiSicilia a cui non rinunciare: i 12 Nero d’Avola di CronachediGusto

Continuiamo il viaggio di Cronache di Gusto per scoprire i vini siciliani che piacciono di più.

Continua a leggere “I VinidiSicilia a cui non rinunciare: i 12 Nero d’Avola di CronachediGusto”

Val di Noto, Pachino. È l’alba di un nuovo rosso (Civiltà del bere)

Il Rosso Pachino, il Nero d’Avola, raccontato su Civiltà del bere:

Val di Noto, Pachino. È l’alba di un nuovo rosso

Il Rosso Pachino, così era conosciuto in Italia, in Francia e perfino in Russia, altro non era che un vino da uve Nero d’Avola ad alta gradazione alcolica che è stato di grande “aiuto”, tra gli anni Settanta – Ottanta dell’Ottocento fino agli anni Ottanta del Novecento, per molti vini toscani, piemontesi e francesi. Continua a leggere “Val di Noto, Pachino. È l’alba di un nuovo rosso (Civiltà del bere)”

I “Vini di Veronelli 2017” Siciliani

Altro giro, altra guida, altre opinioni e valutazioni (sempre, naturalmente, suscettibili di discussione, critica, approvazione o meno).

i-vini-di-veronelli-2017_imp Continua a leggere “I “Vini di Veronelli 2017” Siciliani”