Torna Sicilia in Bolle, alla Scala dei Turchi

Sicilia in Bolle, il Festival delle bollicine siciliane, torna in una nuova veste ricca di incontri per gli addetti ai lavori e di degustazioni per tutti gli appassionati.

LogoSibAis-1.png

L’evento è organizzato dalla delegazione AIS di Agrigento, coordinata dal Delegato e Sommelier Professionista Francesco Baldacchino, in collaborazione con AIS Sicilia e avrà luogo l’1 e il 2 luglio in un palcoscenico mozzafiato, il Madison Trattenimenti, la prestigiosa sala ricevimenti che si affaccia sulla scogliera di marna bianca più bella d’Italia, la Scala dei Turchi di Realmonte, in provincia di Agrigento. Continue reading “Torna Sicilia in Bolle, alla Scala dei Turchi”

Etna’s Eruption (Wine Spectator)

Driving along the northern flanks of Sicily’s Mount Etna some weeks ago, I noticed how much the wine scene there has changed in the past decade.

I’d come for the 11th edition of Contrade dell’Etna, a wine event that’s part barrel tasting of the recent harvest and part Sicilian party.

Etna was nowhere 10 or 11 years ago,” said Andrea Franchetti, founder of Passopisciaro winery and creator of the event, which opened early morning on the grounds of an ornate 19th-century villa. “Now producers come from Northern Italy to see what’s going on, and some start making wine. Continue reading “Etna’s Eruption (Wine Spectator)”

Etna, i vini dell’isola nell’Isola

The Wine Training

Orizzontale di Nerello Annata 2014 promossa da l’Associazione Grandi Cru della Costa Toscana nella sede storica del Real Collegio di Lucca.

I rossi del Vulcano

I vigneti Etnei con le sue viti centenarie aggrappate ad un terreno scosceso e grigio fatto di terrazzamenti trattenuti da muretti di sassi neri è certamente uno dei luoghi che più rimane impresso nella mente del visitatore enoico. In alcuni versanti il mare s’intravede sembrando più vicino di quello che è nella realtà. Venti costanti soffiano asciugando e mitizzando i versanti del Vulcano dai quali colate laviche in alcuni punti ben visibili, sono ricoperte da pietrisco nero ed erbe spontanee, elementi distintivi di questa  montagna che, gli antichi greci, attribuivano alla dimora dei venti del dio Eolo.

Negli ultimi anni un interesse crescente ha visto molti piccoli produttori  individuare sulle pendici di uno dei più grandi vulcani dell’area del Mediterraneo una nuova frontiera per la…

View original post 1.232 altre parole

From the Savory Side, the Salty Carricantes of Sicily (The New York Times)

Great lesson about Etna Biancos in the Wine School of Eric Asimov, on The New York Times:

To describe a wine as “salty” may not seem like much of a compliment. Yet it can be high praise indeed.

Some of the world’s greatest wines have a distinct saline tang. In France, where the vocabulary for describing wine dwarfs the capacity of English, to remark on a wine’s “salinité” is to toss a welcome though perhaps voguish verbal bouquet.

In my experience, few wines demonstrate this notion of salinity as well as the whites in the Etna Bianco category, made largely or entirely from carricante grapes grown in the foothills of Mount Etna in Sicily. They are marked by a distinctive savory tang that the winemakers will tell you is blown in by the salty wind off the Mediterranean.

Here at Wine School, where for the last month we have been drinking Etna Biancos, we prize savory wines. We also recognize that they are likely to be an acquired taste, especially for palates honed in the United States.

Continue reading “From the Savory Side, the Salty Carricantes of Sicily (The New York Times)”

Your Next Lesson: Etna Bianco

Once again Eric Asimov teaches about Sicilian wines to the American readers of The New York Times. Yesterday it has been published a nice introduction to Carricante and Etna Bianco. Here you can see part of this article:

In the last few years, Sicily and Mount Etna in particular have become well known for their red wines, particularly those made of the nerello mascalese grape, which we drank back in 2016.

This time, we will look at the white wines of Mount Etna, known as Etna Bianco. These wines are made largely, sometimes entirely, of carricante. As with so many Italian grapes, it was little known and little appreciated until the last 10 or 15 years, when winemakers began to show just how good carricante could be.

Continue reading “Your Next Lesson: Etna Bianco”

Il carattere Etneo di Benanti: presente, passato e futuro dell’Etna

La storia moderna dei vini dell’Etna è iniziata qui; nessun dubbio, la famiglia Benanti ha segnato la storia, ha fatto la storia dell’Etna per come lo conosciamo oggi. Passato, ma anche presente, e certamente futuro.

20180129 Benanti (36)

Nel corso della nostra visita abbiamo avuto il privilegio di incontrare due delle facce dell’avventura di Casa Benanti, il Cavaliere Giuseppe e suo figlio Antonio, che in momenti diversi della giornata ci hanno accompagnato fra mura intrise di storia e di vino, fra i vigneti museo di Monte Serra, fra i calici profumati del nettare di famiglia. E ci hanno raccontato, ci hanno narrato tanto di ricordi e sogni, progetti e fatiche, scoperte e rinunce. E, come ci ha insegnato Salvo Foti, con la sua idea dei vini umani, il “vino lo fa la visione di un uomo“, e se non conosci gli uomini e le donne che lo producono, non potrai mai capire pienamente quel vino. Continue reading “Il carattere Etneo di Benanti: presente, passato e futuro dell’Etna”

La Top10 degli Etna Bianco a fine 2017, secondo i dati di Wine Searcher

Diamo un’occhiata anche agli Etna Bianco più cercati nel 2017 su Wine Searcher.

1cd2e6acaa1df96734d47a345362eb48_L
Grappoli di Carricante

Ecco la classifica:

  1. benanti-pietramarina-etna-bianco-superiore-sicily-italy-10521414Benanti – Pietramarina Etna Bianco Superiore, Sicily, Italy
  2. Tenuta delle Terre Nere – Bianco Etna, Sicily, Italy
  3. Planeta – Etna Bianco, Sicily, Italy
  4. Pietradolce – Archineri Etna Bianco, Sicily, Italy
  5. Alta Mora – Etna Bianco, Sicily, Italy
  6. Tenuta delle Terre Nere – ‘Vigne Niche’ Santo Spirito Bianco Etna, Sicily, Italy
  7. Benanti – Bianco di Caselle Etna, Sicily, Italy
  8. Tenuta di Fessina – a’Puddara Etna Bianco, Sicily, Italy
  9. Graci – Etna Bianco, Sicily, Italy
  10. Tenuta delle Terre Nere – ‘Vigne Niche’ Calderara Sottana Bianco Etna, Sicily, Italy

La Top10 degli Etna Rosso 2017. Nuova analisi dei dati di Wine Searcher

Continua la nostra analisi dei dati di Wine Searcher a fine 2017, in merito ai vini più cercati nel globo terracqueo. Il nostro secondo appuntamento è con un altro rosso d’eccellenza, per molti il Rosso di Sicilia, destinato a continuare a crescere in popolarità e fama: l’Etna Rosso, quella magica combinazione di Nerello Mascalese e Nerello Cappuccio cresciuti sulle falde della Muntagna.

nerello-mascalese

Ecco la lista:

  1. tenuta-delle-terre-nere-rosso-etna-sicily-italy-10153692Tenuta delle Terre Nere – Rosso Etna
  2. Tenuta delle Terre Nere – Prephylloxera La Vigna di Don Peppino Rosso Etna
  3. Pietradolce – ‘Vigna Barbagalli’ Etna Rosso
  4. Girolamo Russo – ‘a Rina Etna Rosso
  5. Tenuta delle Terre Nere – Guardiola Rosso Etna
  6. Tenuta delle Terre Nere – Calderara Sottana Rosso Etna
  7. Tenuta delle Terre Nere – Santo Spirito Rosso Etna
  8. Pietradolce – Archineri Etna Rosso
  9. Benanti – Rovittello Etna Rosso
  10. Calabretta – Etna Rosso

Poca da dire; al momento è decisamente la cantina di Marc De Grazia a farla da padrone. Sono infatti 5 i vini di Tenuta delle Terre Nere fra i 7 più cercati, addirittura in miglioramento rispetto ai dati dello scorso anno. E, comparando le due liste, in salita sia Pietradolce (che raddoppia con l’ingresso di Archineri) che Girolamo Russo, mentre new entry per Calabretta, piacevole sorpresa.

Diari siciliani – parte 2: Quanto ci piace il vino siciliano

Parole Curiose

Ovunque uno vada, trova riflessi nei vini il territorio di produzione; non sta a me sottolineare una cosa così ovvia, che terreni di un tipo o di un altro, esposizioni a correnti marine piuttosto che nell’entroterra, maggiori o minori escursioni termiche, influenzano il carattere di qualsiasi vino. La Sicilia non fa eccezione, peraltro qui si gioca la carta del vulcano, “Mamma Etna” come spesso la chiamano da queste

sdr Muretti a secco delimitano giardini di agrumi: un panorama così diverso per noi, unico

parti: e davvero è una mamma, che nutre i terreni circostanti con le sue ceneri ricche di minerali, e a volte dà anche qualche sculaccione quando si innervosisce… una carta non da poco, dicevo, perché con un vulcano che sputa ceneri regolarmente, che regala pendenze e affossamenti naturali, ci si trova in una condizione più unica che rara. Una terra nera, scura e fertile, che spesso guarda al mare ma…

View original post 1.327 altre parole

Presentata la Guida Vitae 2018: le Quattro Viti di Sicilia

Mani, vite e vino: un rapporto intimo e inscindibile quello tra l’uomo e la terra, raccontato nelle immagini che contraddistinguono la quarta edizione della guida realizzata dall’Associazione Italiana Sommelier, svelata oggi al pubblico al The Mall.

CARTELLA_STAMPA_2018_01.jpg Continue reading “Presentata la Guida Vitae 2018: le Quattro Viti di Sicilia”