VinNatur Genova: Vini naturali e cucina ligure, binomio perfetto

Domenica 21 e lunedì 22 gennaio la terza edizione di VinNatur Genova. Non solo un banco d’assaggio, ma cene nei locali del centro.

VinNatur-Genova-2018-724x1024 2

I produttori Siciliani, Etnella e Dos Tierras, domenica sera saranno ospiti dell’osteria La Forchetta Curiosa,in Piazza Negri, 5 R (di fronte al Teatro della Tosse).

Il terzo fine settimana di gennaio a Genova si berrà naturale. I vini di 70 produttori provenienti da Austria, Francia, Italia e Slovenia e aderenti a VinNatur, l’associazione viticoltori naturali, saranno infatti i protagonisti domenica 21 e lunedì 22 gennaio al Palazzo della Borsa, in Piazza De Ferrari, di un banco d’assaggio dedicato al mondo dei vini naturali. A partire dalle ore 11 e fino alle 19 i visitatori potranno scoprire i vini prodotti con metodi di lavoro che prevedono il minor numero possibile di interventi in vigna e in cantina, e che escludono l’utilizzo di additivi chimici e di manipolazioni da parte dell’uomo. Un’occasione unica di interagire con i produttori stessi, confrontarsi direttamente con loro e per assaggiare i loro vini. Ma sarà anche il momento giusto per scoprire come i vini naturali ben si sposino alla cucina di questo territorio. Nelle serate di domenica 21 e lunedì 22 nei locali del centro storico di Genova, saranno organizzate cene dove i piatti della tradizione culinaria ligure verranno abbinati ai vini naturali. Continue reading “VinNatur Genova: Vini naturali e cucina ligure, binomio perfetto”

I vignaioli di Sicilia nella Valigia di Bacco

Bella serata organizzata da La Valigia di Bacco per presentare i produttori delle 3 valli di Sicilia da loro rappresentati. E’ stata un’opportunità speciale per i Catanesi per vedere i volti del vino, per conoscere di persona molti vignaioli naturali di Sicilia.20170319_203415.jpg

Continue reading “I vignaioli di Sicilia nella Valigia di Bacco”

Note uniche per il Grillo Verde di Badalucco De La Iglesia Garcia

la valigia di bacco

Il Grillo Verde è un blend di grillo e verdejo. La prima annata è del 2014, dopo 5 anni di sperimentazione. Il GrilloVerde fermenta naturalmente e lasciato sulle bucce per 5-10 giorni. E’ pestato e pressato coi piedi. Viene stoccato in botti e barriques prima di essere imbottigliato. Il Grillo storico di famiglia viene da un vecchio vigneto sul mare di Petrosino. Questo micro territorio di terre molto fertili da al grillo delle note uniche, marsaleggianti. Raggiunge gradi zuccherini elevati che  costringe a svolgere 3 diverse vendemmie durante settembre. Il verdejo vendemmiato con bassi zuccheri aiuta a moderare l’alcolicità.

Il vino è complesso. Con note uniche di un micro territorio di pochi km sulla costa. Frutta matura, erbaceo, minerale e salino. Equilibrato.

In etichetta una bellissima nota tratta da uno scritto di Leonardo Sciascia:

“Non so perchè, dei paesi e della città della Spagna, non ho memoria […] ed anche…

View original post 87 altre parole