Cantine Russo presenta Contrada Crasà, un vino moderno dalla struttura importante

Da poche settimane Cantine Russo, l’azienda vitivinicola di Castiglione Sicilia, gestita da Vincenzo Russo e dai figli Gina e Francesco ha messo in commercio l’ultimo nato in cantina, Contrada Crasà 2014. Continue reading “Cantine Russo presenta Contrada Crasà, un vino moderno dalla struttura importante”

SantaMariaLaNave: I ‘picciriddi’ di Sonia

Dopo aver letto tanto di lei, più all’estero che in Italia, più in Inglese che in Italiano, finalmente siamo riusciti ad incontrare Sonia Spadaro, di SantaMariaLaNave, una donna profondamente innamorata del suo lavoro.

20170207_125641.jpg Continue reading “SantaMariaLaNave: I ‘picciriddi’ di Sonia”

Contrada Rampante, il Cru a piede franco di Pietradolce (Wine in Sicily)

Il DOC Etna Rosso, Contrada Rampante 2014 è un Nerello Mascalese in purezza. Le viti sono coltivate ad alberello in vigne prefillossera di 90 anni di età. Dopo la raccolta manuale viene fatto macerare a contatto con le bucce per 18 giorni; completa l’affinamento in tonneaux di rovere francese per 14 mesi.

Alla vista è rosso rubino, trasparente, di grande lucentezza. Al naso apre con note di frutta a polpa nera, soprattutto ribes e marasca. Poi sentori di liquirizia e felce. Continua con delicate note speziate di pepe bianco e noce moscata. La complessità olfattiva è supportata da un’elegante mineralità. Al palato è fresco e sapido, ben bilanciato anche nelle componenti morbide. Persistente. Immaginiamo un lungo affinamento.

Sorgente: Contrada Rampante, il Cru a piede franco di Pietradolce – Wine in Sicily

Ecco Falcone con il suo Nerello Mascalese (BlogSicilia)

Ci vuole sempre un bastian contrario in famiglia. Serve anche per realizzare sogni e tracciare le linee guida di un futuro che ha origini antiche.

Così se oggi a Santa Maria di Licodia, sul versante sud ovest dell’Etna, si imbottiglia del vino di qualità è anche merito del ‘signor no’ di casa Falcone, Alberto. E’ lui, con le figlie, che ha dato vita all’azienda Falcone che produce Etna Doc, marmellate e gelèe, e che ha detto no a quanti in famiglia proponevano di vendere un vigneto da quattro ettari che oggi è uno spettacolo.

“Di quella terra si è sempre occupato mio padre – racconta Alberto Falcone – ma quando l’età si è fatta sentire siamo arrivato ad un bivio: vendere o rilanciare. Ho lottato per far passare la prima ipotesi. Nel 2012, con il prezioso contributo dell’agronomo Giovanni Marletta, abbiamo imbottigliato la prima vendemmia, oggi le bottiglie sono circa seimila”.

Sorgente: Aziende giovani e siciliane, ecco Falcone con il suo Nerello mascalese | BlogSicilia – Quotidiano di cronaca, politica e costume

L’Etna degustata dall’altro versante. Masseria Setteporte (VINODABERE)

L’azienda Masseria Sette Porte si trova nel territorio di Biancavilla, in provincia di Catania. La superficie vitata è di Ha 14,70 che per Gennaio 2017 dovrebbero essere ampliati ad Ha 20. Di questi, Ha 13,70 sono per la coltivazione di vitigni a bacca rossa (Nerello mascalese in maggioranza e nerello cappuccio) e per Ha 1 è coltivato il Carricante. In una minima parte di superficie (circa Ha 1) le piante di vite sono coltivate ad alberello, per Ha 7 le viti sono a cordone speronato e per la parte restante vi è l’alberello “assistito” come mi viene detto da Piero Portale, proprietario dell’azienda.

Sorgente: L’Etna degustata dall’altro versante. Masseria Setteporte. | VINODABERE – Esperienze nel mondo del vino e dell’alimentazione

Poesia 2015 Nerello Mascalese

Uva e Pomodoro

Poesia 2015
(azienda Valenti, Sicilia)

Il vino aggiunge un sorriso all’amicizia
ed una scintilla all’amore.
Edmondo de Amicis

Le cantine Valenti nascono nel 2004 dalle ceneri di una antica distilleria e frantoio del 1890, conservandone tutte le bellezze. Situate sul versante nord-est del vulcano Etna. Con quasi 40 ettari di vigneti di cui alcuni cinquantennali, localizzati in quattro contrade chiamate: Guardiola, Santo Spirito, Arcuria e Contrada Nave; ad un altitudine che varia dai 600 a 1000 m.s.l.m.

I vitigni coltivati sono Nerello Mascalese, Carricante, Catarratto, Nerello Cappuccio e Grecanico.

Nerello Mascalese in purezza.

f4b6dca0e2911082f0eb6e1df1a0e11d_XLIl nerello mascalese (niuriddu mascalisi o negrello in siciliano) è un vitigno autoctono delle pendici dell’Etna (prevalentemente sul lato Nord dell’Etna), e nella zona di Capo Faro, in provincia di Messina. Esso concorre alla produzione del vino Etna Doc e del Faro Doc. La nascita di questo vitigno si perde nella notte dei tempi. Viene…

View original post 137 altre parole

Amazing Red: Nerello Mascalese (Wine Folly)

Nerello Mascalese hits your mouth with an explosion of red fruit flavors that leads into spice notes of cinnamon and floral dried desert herbs. Finer examples of Nerello Mascalese from Etna in Sicily finish long with tingly acidity, a rustic black volcanic earthy note, and medium weight fine-grained tannins. With the elegance of Pinot Noir and the explosive exuberance of Zinfandel, Nerello Mascalese is delightfully easy to drink.

Sorgente: Amazing Red: Nerello Mascalese | Wine Folly

Nerello Mascalese vigne vecchie 2005 – Calabretta

Nerello Mascalese Vigne Vecchie 2005 – Calabretta

vinocondiviso

Ho aperto con grande curiosità questo vino dell’Etna: non mi capita infatti tutti i giorni di bere un vino etneo con più di 10 anni di evoluzione.IMG_8080 Insomma, come invecchia il nerello mascalese?

Sicilia IGT Nerello Mascalese Vigne Vecchie 2005 – Calabretta

Il naso del vino colpisce per austerità e complessità: fiori appassiti, catrame, terra smossa, sottobosco, macchia mediterranea con timo in evidenza, e poi ancora il fruttino di bosco rosso e acidulo. La bocca entra con buon volume e personalità, il tannino è presente ma risolto, saporito… La progressione in bocca è del vino all’apice, evoluto senza cedimenti con un’acidità viva che fa da metronomo alla dinamica gustativa. Chiude su ritorni fruttati (ribes) e molto sapido. Bel vino davvero!

88

L’azienda agricola Calabretta si trova a Randazzo e ha le proprie vigne nelle contrade di Solicchiata/Montedolce, Passopisciaro/Feudo di Mezzo, Calderara, Taccione, Battiati/Zocconero. Il vino in questione proviene da un vigneto…

View original post 33 altre parole

Tascante Ghiaia Nera 2013 – Wine of the Day, No. 123

pagina_prodotto2_52_2The Tascante Ghiaia Nera 2013 is robust without being bumptious and rustic without being rough-shod. The radiant transparent ruby hue is attractive, as are the aromas of ripe black and red cherries and raspberries permeated by notes of briers and brambles, pine resin and hints of mint and garrigue, that well-nigh indefinable aura of meadowy Mediterranean wild grasses, herbs and flowers.

Sorgente: Bigger Than Your Head » Wine of the Day, No. 123

Nerello Mascalese grape (SantaMariaLaNave)

Nerello Mascalese is the undisputed prince of the vine varieties growing on the mystic Mungibeddu, the Etna volcano. This volcano is located on the eastern coast of Sicily, eternal land of fire and passions, and inherits its extraordinary nuances, enclosing them in a wine of intense flavor and opulent shades that make it truly unique. This uniqueness is partly due to the soil, rich in ashes, mineral salts and sand, of the highest active volcano in Europe that, with its altitude of 3300 meters and its huge conical shape, overlooks uncontested the magnificent Catania and the romantic Taormina.

rose-vigneto-nerello-mascalese
Its uniqueness is also partly due to the climatic conditions, characterized by strong temperature fluctuations between daytime and nighttime, and to human work: planting density (6000/9000 vines per hectare, with a plant spacing of 1×1 o 1,25×1,25); growing techniques and farming methods preserving the old and traditional bush-training system, with supports of chestnut wood; 2-3 branches per plant, a spur with 2 gems; and an average production of about 60-70 quintals per hectare.
grappoli-uva-nerello-mascaleseThis is the link of Santa Maria La Nave, if you want to know the  history of history of Nerello Mascalese grape.