Vino della settimana: Etna bianco Doc De Aetna 2015 Terra Costantino (Cronache di Gusto)

Questa settimana Cronache di Gusto racconta l’Etna Bianco di Terra Costantino. Ecco come.

Terra Costantino si trova nel territorio di Viagrande, in contrada Blandano, nel versante sud est dell’Etna. Qui si può ammirare uno splendido panorama con il mar Ionio di fronte, tutt’intorno la verde campagna etnea con vari rilievi derivanti da coni eruttivi secondari spenti e il Vulcano alle spalle.

Continue reading “Vino della settimana: Etna bianco Doc De Aetna 2015 Terra Costantino (Cronache di Gusto)”

Cibo Nostrum patrimonio dell’Italia gastronomica

È stato illustrato alla stampa il nuovo appuntamento della Grande Festa della Cucina Italiana, che si svolgerà dall’11 al 13 giugno prossimi tra Zafferana Etnea e Taormina. Tanti e prestigiosi i partners accanto agli organizzatori della Federazione Italiana Cuochi, che sono intervenuti all’incontro, a cominciare dalle Istituzioni.

Continue reading “Cibo Nostrum patrimonio dell’Italia gastronomica”

I quattro versanti dell’Etna: vini così diversi (Cronache di Gusto)

Interessante degustazione a Expo Food and Wine a Catania con confronto fra i diversi versanti dell’Etna. Continue reading “I quattro versanti dell’Etna: vini così diversi (Cronache di Gusto)”

Ancora una sorpresa dall’Etna (DoctorWine)

Oggi parliamo dell’Etna Bianco Contrada Blandano, un classico uvaggio di carricante  e catarratto, tirato in circa 3000 bottiglie.

Questo vino viene prodotto da vigne di oltre 30 anni allevate ad alberello con una densità di 8.000 ceppi per ettaro e una resa sui 50 quintali ad ettaro. L’altitudine è tra i 450 e i 550 metri. A titolo informativo, aggiungiamo che l’azienda è certificata biologica.

Da uve carricante 75% e catarratto 25%, affina alcuni mesi in acciaio. Di colore paglierino con riflessi verdini, mostra un olfatto nitido e intenso con sentori di uva spina, liquirizia, anice oltre alla nota floreale e di nespola.

Sorgente: Ancora una sorpresa dall’Etna – DoctorWine

La Sicilia e il vino delle contraddizioni

“La Sicilia è astemia. Non nel significato totalizzante del termine, ma in quello discriminatorio. Sì perché la Sicilia il vino in realtà lo beve – il 43% della popolazione (dati Istat 2014) – ma non il proprio. Eppure la materia prima non manca, i produttori nemmeno, e la qualità si difende nella comparazione con i best seller italiani ed europei, vedasi i cugini toscani e francesi.”

Continue reading “La Sicilia e il vino delle contraddizioni”