I Signori del Nero d’Avola (e non solo): Gulfi

Coltiva biologico, non irriga, vendemmia a mano. La filosofia dell’Azienda Gulfi ha un orientamento chiaro, e il nome del suo enologo per noi è una garanzia a prescindere.

20180206_144608

Vito Catania, tristemente scomparso a maggio dello scorso anno, infatti nel 1996 iniziò a collaborare con Salvo Foti. Da allora Gulfi ha adottato alcuni dei principi cardini di Foti: vitigni ad alberello, nessuno uso di concimi chimici, diserbanti, insetticidi e pesticidi, coltivazione di vitigni autoctoni siciliani. Primo fra tutti il Nero d’Avola, vitigno che dà vini naturalmente caldi (alcolici) e spiccatamente profumati, utilizzato in passato per migliorare vini deboli e aspri di altri Paesi (in particolare Borgogna e Gironda).  Il Nero d’Avola è il vitigno privilegiato di Gulfi, che infatti produce infatti 6 grandi etichette di Nero d’Avola in purezza, quattro delle quali sono cru pluripremiati prodotti nelle vigne di Pachino (NerobufaleffjNeromaccarjNerobaronjNerosanloré) a cui si devono aggiungere il Nerojbleo e Rossojbleo, anch’essi Nero d’Avola in purezza prodotti nelle vigne di Chiaramonte Gulfi (RG). Continue reading “I Signori del Nero d’Avola (e non solo): Gulfi”

“Puntiamo solo su vini che non passano mai di moda” (Vito Catania su Cronachedi gusto)

Intervista a 360° sul mondo del Cerasuolo e dei vini di Sicilia a Vito Catania, patron di Gulfi su Cronachedigusto.

La rivoluzione di Gulfi parte da qui, dall’inizio del lavoro di Vito Catania che intuisce le potenzialità di quella zona in piena Docg e di come Gulfi possa diventare il riferimento, non solo siciliano, per certi vini di classe, eleganza ed unicità. La storia della famiglia Catania è una di quelle comuni a molti siciliani.

Continue reading ““Puntiamo solo su vini che non passano mai di moda” (Vito Catania su Cronachedi gusto)”